Battiato e l’amore

C’è molto da ragionare su questo pensiero di Battiato riguardo il significato dell’amore. Che possa essere di insegnamento per tutti noi:

Secondo me, volere veramente bene a una persona vuole dire anche non aspettarsi niente di ritorno. Sono quelle le cose segrete che mirano veramente in alto, perché se tu passi dal glorificare il tuo compagno e nell’arco di un mese diventa uno stronzo testa di c… c’è qualcosa che non va. Questo vuol dire che qualcosa ferisce il tuo orgoglio: stai amando te, o meglio: vuoi qualcuno che ti ami come tu vuoi e non accetti altro che quello. Se tu vuoi veramente bene ad una persona, invece, devi accettare l’idea che il tuo ragazzo ami un’altra ragazza e tu gli vuoi lo stesso bene. Perché non deve cambiare niente, non è in rapporto a qualcosa che ti dà ma in rapporto a quello che lui è.

Molti ora diranno “eh, ti sembra facile?”, infatti non lo è, nessuno ha mai detto che lo sarebbe stato. Ma forse è proprio questa la prova più grande di tutte: amare in maniera disinteressata senza essere corrisposti per come si vorrebbe. E questo vale in ogni situazione, non necessariamente tra due persone che si amano, ma anche nel seguire una strada senza sapere dove ti porterà, armati solamente dell’amore per intraprendere quel tipo di cammino, senza aspettarsi una ricompensa. Questo significa annientare l’Ego. E una volta di più capiamo quanto sia difficile applicare gli insegnamenti di Gesù sul tema dell’amore universale, Lui ci ha chiesto troppo, e dobbiamo tenerlo a mente. Se fosse stato così facile saremmo già tutti dei Cristi.

Annunci

Intervista a Battiato

Credo che l’intervista risalga alla fine degli anni ’80. In poche parole Battiato sintetizza i concetti cardine su cui si fonda la Tradizione Primordiale tramandataci dagli antichi, mettendo in risalto la condizione di torpore in cui versa l’uomo moderno ottenebrato da una società allo sfascio che ha rinnegato Dio e che cospira contro la salvezza delle anime. Guardiamolo insieme e meditiamo per bene l’esperienza iniziatica che Battiato ha scelto di seguire. Capiremo che solo così ci si può risvegliare dal sonno spirituale in cui siamo immersi e recuperare il nostro Io divino.

Franco Battiato grande anima!

Riporto dei pensieri di quella grande anima che è Franco Battiato, che possano essere di insegnamento per tutti.

“Ho sempre pensato, da quando ho cominciato ad avere coscienza di me stesso, che l’evoluzione passa attraverso il cambiamento di sè. Si parte dall’analisi, e dall’accettazione o meno, di certi aspetti del carattere. Se uno trova che alcune cose non vanno bene e lo fanno star male, bisogna cambiare.”

“Siamo in balia di certe influenze cosmiche. Cosa credi, che un guerra come quella di Croazia sia un fatto umano? (nota mia: sono gli anni ’90). E’ un fatto disumano. Loro credono di combattere per un ideale, ma in effetti stanno facendo il gioco di certe forze che si scatenano e portano massacri. Sono influenze planetarie…Il nostro destino dovrebbe essere quello di lottare e difenderci da certe influenze…Queste forze approfittano delle persone, se ne impadroniscono, usano il loro corpo. Una persona cosciente non fa entrare queste forze, non lo permette, è più forte delle forze stesse. Certe energie si impossessano delle persone con sistemi molto complicati. Possono anche essere energie che stanno ristagnando. Di qui la necessità di risvegliarsi per capire.”

“Il Re del Mondo è proprio questo: una forza che determina di nascosto le sorti del pianeta. Come un burattino invisibile che è causa del nostro dolore e che ci tiene prigioniero il cuore.”

“Un vero maestro non dovrebbe fare proseliti…Un vero maestro è lontano dall’utilizzo del suo potere. E’ legato a cose ben superiori e insegna solo l’emancipazione. Mentre certi maestri portano alla prigionia tramite la dipendenza. Un vero maestro libera, non lega.”

“La socialità spesso viene scambiata per divertimento, invece può essere sofferenza pura. La solitudine viene interpretata come sofferenza, invece a volte può essere gioia. Stare con sè stessi, studiare, l’ho sempre visto come un fatto estremamente positivo, non come prigione. Mi sembra una prigione quello che molti altri considerano libertà. Stare in mezzo alla gente ammucchiata in qualche ritrovo è assolutamente mortale!”

“La meditazione è uno stato di assoluto rilassamento. Ci sono persone che riescono a fermare anche i pensieri, ma questo non è importante. E’ invece importante allontanarsi dal circolo meccanico dei pensieri: esserne fuori, osservarli come si osserva un fiume senza farsi trascinare dalla corrente. Da quel punto in avanti, per ogni persona che si appresta a fare meditazione, il campo metafisico di questa frequenza cambia. Avvertenza! All’inizio devi combattere con il mulinello dei pensieri che ci assorbe completamente e ci allontana dal corpo e dalla quiete che stiamo cercando di raggiungere. Anche la nostra meccanicità e la paura del cambiamento giocano contro. Per non applicarci, inventiamo ostacoli, scuse e priorità, veramente di nessuna importanza.”

“Quando uno dovrà dare conto del proprio operato non potrà dire: Io sono stato cattolico, ma io sono stato quello che sono stato.”

“La musica mistica è fatta di tre elementi indispensabili: profondità, altitudine e silenzio. Tu dirai : Può esistere un suono silenzioso? Che si avvicina al silenzio sì.”

“Siamo all’interno di un corpo di cui accettiamo tutte le schiavitù possibili, perchè è sempre meglio dell’ignoto. Abbiamo paura perchè non sappiamo dove si va a finire. Non è che forse abbiamo dimenticato le immense possibilità dell’essere? E che cosa sia la gioia fuori dal nostro corpo?”

Franco Battiato

Battiato sei un grande!!! Meno male che in questa fogna di mondo ci sono ancora persone come te.

 

Bibliografia

  • Tecnica mista su tappeto. Conversazioni autobiografiche con Franco Pulcini (Franco Battiato, Franco Pulcini) E.D.T. 1992
  • Battiato Io chi sono? Dialoghi sulla musica e sullo spirito (Franco Battiato, Daniele Bossari) Mondadori 2009